Mocro’s Be Like #BornHere

72

#BornHereActeurs Nasrdin Dchar, Achmed Akkabi en regisseur Abdelkarim El-Fassi zetten de trend op de sociale media met de hashtag #BornHere. De Marokkanen hebben alle drie een foto gepost van zichzelf met hun Nederlandse paspoort.

#BornHere is een tegenreactie op de omstreden uitspraken van Geert Wilders. De rechtse politicus zei woensdag dat Den Haag beter af zou zijn met wat minder Marokkanen.

Zie voor meer reacties op Twitter: #BornHere

Een reactie op Facebook:

3 REACTIES

  1. […] Chiunque segua la politica olandese da qualche anno, si sarà certamente accorto del lento ed inesorabile scivolamento di Gertje nell’abisso del radicalismo, travolto da una deriva politica che lo sta spingendo verso l’isolamento assoluto. Gli ex alleati del Vvd pretendono scuse pubbliche, la sinistra vorrebber un cordone sanitario, il direttore di Rtl, tv nazionale nota per il relativo pragmatismo, ha rotto l’equidistanza firmando il suo primo editoriale ‘contro’ un politico, dal titolo: “Vergogna Geert”Sono lontani i tempi della formazione del Rutte I quando Wilders sfidò tutti, inclusa la Corona, che aveva posto un insolito – e ben fuori dal protocollo- veto assoluto alla presenza del Pvv nel governo: oggi le sparate razziste provocano solo sdegno. Una pagina Fb che promuove un’azione legale per portare (nuovamente) in tribunale Wilders ha già raccolto 100000 adesioni mentre il presentatore televisivo di origine marocchina, Ali B, ha schernito il politico chiedendo al suo pubblico se volesse “meno Wilders” e la rete si è scatenata con l’hashtag del giorno nei Paesi Bassi #BornHere tramite il quale giovani di origine marocchina hanno invaso la rete di selfies con il passaporto olandese in mano. […]

  2. […] Chiunque segua la politica olandese da qualche anno, si sarà certamente accorto del lento ed inesorabile scivolamento di Gertje nell’abisso del radicalismo, travolto da una deriva politica che lo sta spingendo verso l’isolamento assoluto. Gli ex alleati del Vvd pretendono scuse pubbliche, la sinistra vorrebber un cordone sanitario, il direttore di Rtl, tv nazionale nota per il relativo pragmatismo, ha rotto l’equidistanza firmando il suo primo editoriale ‘contro’ un politico, dal titolo: “Vergogna Geert”Sono lontani i tempi della formazione del Rutte I quando Wilders sfidò tutti, inclusa la Corona, che aveva posto un insolito – e ben fuori dal protocollo- veto assoluto alla presenza del Pvv nel governo: oggi le sparate razziste provocano solo sdegno. Una pagina Fb che promuove un’azione legale per portare (nuovamente) in tribunale Wilders ha già raccolto 100000 adesioni mentre il presentatore televisivo di origine marocchina, Ali B, ha schernito il politico chiedendo al suo pubblico se volesse “meno Wilders” e la rete si è scatenata con l’hashtag del giorno nei Paesi Bassi #BornHere tramite il quale giovani di origine marocchina hanno invaso la rete di selfies con il passaporto olandese in mano. […]

  3. […] Chiunque segua la politica olandese da qualche anno, si sarà certamente accorto del lento ed inesorabile scivolamento di Gertje nell’abisso del radicalismo, travolto da una deriva politica che lo sta spingendo verso l’isolamento assoluto. Gli ex alleati del Vvd pretendono scuse pubbliche, la sinistra vorrebber un cordone sanitario, il direttore di Rtl, tv nazionale nota per il relativo pragmatismo, ha rotto l’equidistanza firmando il suo primo editoriale ‘contro’ un politico, dal titolo: “Vergogna Geert”Sono lontani i tempi della formazione del Rutte I quando Wilders sfidò tutti, inclusa la Corona, che aveva posto un insolito – e ben fuori dal protocollo- veto assoluto alla presenza del Pvv nel governo: oggi le sparate razziste provocano solo sdegno. Una pagina Fb che promuove un’azione legale per portare (nuovamente) in tribunale Wilders ha già raccolto 100000 adesioni mentre il presentatore televisivo di origine marocchina, Ali B, ha schernito il politico chiedendo al suo pubblico se volesse “meno Wilders” e la rete si è scatenata con l’hashtag del giorno nei Paesi Bassi #BornHere tramite il quale giovani di origine marocchina hanno invaso la rete di selfies con il passaporto olandese in mano. […]

LAAT EEN REACTIE ACHTER

Please enter your comment!
Please enter your name here

Deze website gebruikt Akismet om spam te verminderen. Bekijk hoe je reactie-gegevens worden verwerkt.